ORGANIZZARE LE FERIE
Maggio 23, 2022

DIFESE IMMUNITARIE

Non solo integratori!!
Ecco come alzarle in maniera naturale

"Aprile non ti scoprire", il famoso detto popolare che sentiamo spesso ripetere in questo periodo, in realtà nasconde dietro le quinte una grande saggezza.

L'inverno è quasi ormai passato, eppure la nuova stagione porta con sè ancora raffreddori, mal di gola e qualche forma di influenza. Quindi cosa potrei fare io, nel mio piccolo, per proteggermi o per lo meno aiutarmi ad affrontare al meglio questo momento di passaggio?

Collaborare con il mio sistema immunitario per tenere alte le difese.

Di Vitamina B, C e D o di alcuni minerali (come lo Zinco) ne abbiamo già sentito tanto parlare ultimamente, quindi per ora li lasciamo da parte assieme a tutto il mondo degli integratori.

Troppo spesso invece dimentichiamo quanto anche le nostre "abitudini quotidiane" contino in tutto questo.

Vediamone alcune assieme:

Una sana Alimentazione

Mangiare bene non significa solo mangiare o bere meno "cibo spazzatura", bensì alimentarsi (o meglio nutrirsi) con cibi che hanno la capacità di dare al nostro organismo tutto ciò che serve per farlo lavorare in maniera corretta.

Sentiamo spesso dire che l'intestino è il nostro secondo cervello, ma potremmo anche affermare che esso in realtà è il nostro primo cervello visto che, a livello embrionale, è nato prima lui del nostro encefalo.

Qualcuno direbbe, per l'appunto, che "se stessi morendo di fame...saper pensare non mi servirebbe a gran che se poi non ho un apparato digerente in grado di farmi sopravvivere".

Mangiare bene significa quindi, a tutti gli effetti, prendersi cura del proprio intestino: colui che non solo assimila tutti i nutrienti e li invia ai vari organi per tenerci in vita, ma che coordina anche molte funzioni del nostro sistema immunitario.

Lo sapevate che il nostro sistema immunitario scorre come un fiume esattamente sotto le pareti del nostro intestino e che le informazioni riguardo il "cosa è buono o meno per noi" (che determinano poi la sua eventuale entrata in azione) le prende esclusivamente dalle parole delle nostre cellule intestinali?

La scelta dei cibi (a livello di qualità), il loro abbinamento durante un pasto, il cosa mangiare e quando durante l'arco della giornata, prendono quindi un ruolo a dir poco fondamentale per il nostro benessere.

Che tipo di frutta, verdura, pesce o carne acquisto? A che ora mangio? Tengo un panino in mano mentre corro in auto perchè non riesco a fermarmi nemmeno per la pausa pranzo o sono comodamente seduto a tavola a godermi il pasto con calma?

Ecco che una scelta consapevole (perchè ricordiamoci che la vita è tutta una questione di scelte) riguardo non solo il "cosa" ma anche il "come", il "quando" ed il "perchè" mangio...diventa oggi un fondamentale punto di partenza.

Volendo lasciare subito un piccolo consiglio (ma di grande importanza) vi dico questo: aprite sempre ogni pasto con un piattino di verdura (cotta o cruda che sia). Essa si piazzerà per prima sulle pareti dello stomaco proteggendone la mucosa, consegnerà al nostro organismo (visto che è entrata per prima) tutti i suoi preziosi nutrimenti senza sprecarne nessuno, e uscirà per ultima ripulendo lo stomaco ed aiutando in seguito la fuoriuscita di ciò che non ci serve attraverso le feci.

Lo Sport

Molti di noi legano lo sport solo ad un discorso di dieta o di mantenimento fisico; in realtà lo sport è molto di più!!

Si tratta infatti di un vero e proprio toccasana tanto per il nostro fisico quanto per la nostra mente.

Si sente spesso dire che lo stress fa abbassare le difese immunitrie: niente di più vero in quanto, senza entrare ora nel dettaglio, lo sport aiuta moltissimo l'abbattimento dello stress lavorando proprio sul nostro cortisolo.

Vi faccio un piccolo esempio: avete presente il famigerato colesterolo? Ebbene: lo sapevate che esso dipende solo al 30% dall'alimentazione mentre per il 70% dipende proprio dallo stress, e che il modo migliore per farlo scendere quando è alto è proprio quello di fare sport?

Tanto nell'alimentazione quanto nello sport, comunque, non esiste un "protocollo" uguale per tutti (ad esempio la corsa non fa bene a chiunque). Siamo tutti individui diversi pertanto anche qui il tipo di attività fisica, il momento della giornata in cui lo si fa, il come ed il perchè (e quindi quale motivazione ci spinge a farlo) contano tantissimo.

Il Dormire bene

Al giorno d'oggi purtroppo il sonno viene considerato solo un "qualcosa che va fatto", senza dargli invece la giusta importanza. Molti lo vedono adiritura come una perdita di tempo. Dormire bene, a livello di qualità e per il giusto tempo, ha invece un ruolo fondamentale per il nostro benessere.

Avete mai sentito parlare dell'orologio degli organi?

Ebbene si...anche il nostro corpo ha dei veri e propri orari di lavoro: tutta l'attività di riparazione e ricostruzione di ciò che di giorno abbaiamo consumato, viene svolta durante la notte.

Siamo nati per resistere e parare il colpo "in caso di difficoltà", non per durare a lungo tirando sempre la corda, perché come dice il famoso detto "se tirata troppo, prima o poi, la corda si spezza".

Durante la notte (indicativamente tra le 23 e le 7 del mattino) il nostro corpo lavora quindi per la nostra rigenerazione: ecco che dormire circa 8 ore acquista improvvisamente una grande importanza.

Il Pensiero Positivo

Spesso ci sentiamo ripetere "pensa positivo e vedrai che passa!". Non so voi ma io a quelle parole, in passato, ho sempre risposto con un: "facile a dirsi quando non si hanno particolri preoccupazioni".

Mai avrei potuto dire qualcosa di più sbagliato.

Perchè?

Perchè è proprio nei momenti più difficili che il pensiero, genericamente chiamato "positivo", ha la capacità di farci vibrare ad una frequenza più alta, e di farci diventare di conseguenza anche fisicamente più forti.

Su questo capitolo potremmo scrivere davvero tante cose, ma per concentrarne il concetto in poche righe, potremmo dire che pensare positivo parte da una semplice base: quella in cui si inizia a ringraziare per tutto ciò che nella vita si ha anziché lamentarsi per ciò che non si ha.

Pensare positivo significa guardare al futuro con fiducia usando sempre parole ed azioni atte a realizzarlo. La nostra mente è molto più potente di quanto immaginiamo: non credetemi, mettetela alla prova!!

Pensare positivo significa credere che nella vita nulla accade per caso, e che ogni ostacolo in realtà è solo l'opportunità che ci viene data per apprendere una nuova lezione e diventare più forti.

Pensare positivo significa quindi credere nel nostro infinito potere.

Dove finiscono le nostre capacità inizia la nostra fede.
Una fede forte vede invisibile, crede l'incredibile e riceve l'impossibile

Daisaku Ikeda