COSA FA IL NATUROPATA

Noi siamo ciò che mangiamo, ciò che beviamo, ciò che respiriamo, ciò che pensiamo, ma tutto ciò è in relazione allo stato di salute emozionale della nostra pancia“

Siamo operatori professionisti in Discipline Bio-naturali che, grazie all'utilizzo di diverse tecniche naturali, lavoriamo allo scopo di ripistinare per poi mantenere lo stato di benessere della persona, prendendo in considerazione sia le sue caratteristiche costituzionali che il suo "terreno" di partenza.

Utilizzando metodiche non mediche e non invasive, lavoriamo per riequilibrare il nostro sistema psico-fisico-emozionale e stimolare le capacità di auto-guarigione che ognuno di noi possiede, andando quindi a ripristinare il delicato asse mente-corpo.

Partendo dal presupposto che ogni individuo, fin dalla nascita, possiede un determinato partimonio energetico vitale (detto anche QI) che governa tutti i processi biochimici e fisiologici del corpo, abbiamo deciso di seguire un modello di "Intelligenza Biologica" anticamente definita Vis Medicatrix Naturae, che tradotto significa "il potere curativo della Natura". Vedi approfondimento sulla Naturopatia

Nell'ottica naturopatica la malattia non è altro che la conseguenza di un forte "squilibrio energetico" (principio base della Medicina Tradizionale Cinese), pertanto noi non ci fermiamo all'esame del singolo sintomo bensì guardiamo la persona nella sua globalità, valutandone il "terreno", la costituzione, gli eventuali fattori esogeni con cui è entrata in contatto, la sua storia e il suo stile di vita, indagando in pratica tutte le possibili diverse cause che hanno portato allo squilibrio psicofisico che nel tempo ha generato tale disturbo.

Oltre a stimolare la capacità innata di autoguarigione presente in ogni individuo attraverso prodotti e tecniche non invasive, ricopriamo anche un ruolo di educatori nel campo della prevenzione, in quanto consigliamo un corretto stile alimentare, esercizi e tecniche di rilassamento e respirazione, integratori, prodotti fitoterapici, rimedi floreali (fiori di Bach ed altri), olii essenziali per uso esterno, oligoelementi, meditazioni, visualizzazioni creative, space clearing e decluttering, ecc.

Parlando di "assistenza terapeutica", aiutiamo invece le persone supportando eventuali terapie medico-chirurgiche per ottimizzarne l'efficacia e contenerne i possibili effetti collaterali, sostenendole psicologicamente, e aiutandole a riconoscere e ad affrontare gli squilibri psico-fisico-emozionali che ne emergono.

Inoltre, utilizzando tecniche manuali e manipolatorie (come ad esempio la Riflessologia Plantare), abbiamo la possibilità non solo di comprendere meglio l'origine vera del sintomo, ma anche di velocizzarne i tempi di recupero.

Il nostro ruolo, quindi, non è quello di fare diagnosi e/o prescrizioni (compito che lasciamo alla classe medica) bensì quello di stimolare il corpo umano affinchè esso stesso ritrovi la sua capacità, a volte dimenticata, di reagire e quindi guarire. Le tecniche che decidiamo di usare saranno sempre quelle più adatte, in quel determinato momento, a quella specifica persona in quanto unica.

parallax background

COME LAVORO CON CHI SI RIVOLGE A ME

La prima vera domanda in realtà la dobbiamo rivolgere a noi stessi, ed è questa:
"Perchè ho deciso di farmi aiutare?"
La risposta qui è molto importante perchè senza una vera motivazione...non si arriva mai molto lontano (e questo vale per moltissimi aspetti della nostra esistenza).

La seconda domanda invece è:
"Voglio davvero stare bene?"
"Per farlo sono disposto ad apportare dei cambiamenti nella mia vita?"

Perchè è importante sapere questo? Perchè mente e corpo sono strettamente collegati e dipendono a tutti gli effetti l'uno dall'altro.
Noi possiamo decidere di voler curare la mente per guarire nel corpo (compito che lasciamo agli specialisti del settore), oppure di curare il corpo per guarire nella mente (campo di noi Naturopati).

Per chi decide di seguire la seconda opzione, oltre ad intervenire sulla persona con dei prodotti naturali che lavorano nel pieno rispetto del corpo e della mente, si punterà anche a correggere il suo stile di vita, mettendo azioni concrete sulle specifiche situazioni responsabili di tale malessere.

Che strumenti utilizzo con chi decide di curare il corpo per guarire la mente?

Dopo un colloquio naturopatico, grazie al quale la persona potrà essere vista ed ascoltata nel suo intero, si deciderà quale/i delle seguenti tecniche sarà più utile per lei. E quindi:

  • con l'aiuto delle Piante Medicinali (fitoterapia, gemmoterapia, micoterapia, pre e probiotici e integrazione di vario genere) che, come spiega la "teoria delle signature", lavorano su un piano sia fisico che psicologico
  • con l'aiuto delle Essenze Floreali (Fiori di Bach, Australiani, Californiani e Alaskani) che lavorano su un piano psico-emozionale
  • con l'aiuto della RIflessologia Plantare che lavora su un piano psico-fisico-emozionale
  • con l'aiuto dell'Iridologia che, attraverso l'osservazione dell'iride, riesce a farci valutare caratteristiche costituzionali, punti di debolezza e punti di forza della persona
  • con l'aiuto dello Space Clearing e del Decluttering che, grazie ad un lavoro pratico sull'abitazione, vanno a smuovere le situazioni stagnanti della nostra vita, seguendo il concetto di base che "se togliamo la polvere dalla nostra casa la togliamo anche dalla nostra mente"
  • con l'aiuto di una Rieducazione Alimentare (non di una dieta) per riportare in equilibrio il nostro apparato gastointestinale e lavorare allo stesso tempo sulla prevenzione. E' più importante per noi il cosa mangiamo o il come e/o il perchè lo facciamo?
parallax background

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

stimolare l'interno attraverso l'esterno

La Riflessologia Plantare è una tecnica curativa che prende spunto dall’antica medicina tradizionale cinese, e si basa sui concetti di riflessologia ed energia.

Il principio di base è quello secondo cui sulla pianta del piede si riflette ogni altra parte del nostro organismo, come se si trattasse di una specie di mappatura di ogni singolo organo interno o apparato.

In termini più scientifici, si può dire che ogni zona della pianta del piede è connessa, tramite delle terminazioni nervose, alla colonna vertebrale, che a sua volta le mette in contatto con i vari organi interni.

Di conseguenza, ogni tipo di stimolazione o manipolazione eseguita su una parte del piede, si andrà a riflettere sull’organo ad essa collegato.

La Riflessologia Plantare è un arte davvero millenaria definita anche “il massaggio sciamanico per eccellenza”. Essa viene utilizzata per alleviare diversi tipi di disagi fisici, ma non si ferma li in quanto lavora profondamente anche a livello emozionale.

Senza avere controindicazioni, essa è in grado di entrare nell’intimo della persona al fine di ricercare un dialogo non verbale con il corpo per riuscire ad ascoltare la sua vera richiesta di aiuto.

Oltre a molteplici benefici specifici, essa migliora la fisiologia generale degli organi, equilibra le funzioni ormonali, stimola e rilassa il sistema nervoso, riattiva la circolazione sanguigna, linfatica ed energetica.

Agendo sui cinque piani (fisico, energetico, emotivo, mentale e spirituale) essa ha l’intento di riequilibrare e stimolare il naturale processo di autoguarigione del nostro organismo.

Anche la stessa conformazione del piede, delle dita, qualsiasi segno su unghie e pelle parlano della persona, e rilevano come i nostri stati d’animo e le nostre esperienze si materializzino nella nostra struttura fisica.

Il Dr Fausto Nicolli (Osteopata e Naturopata specializzato in Riflessologia Plantare) la definisce così: "un ottimo strumento per leggere i messaggi del corpo e giungere a quello stato di autoconoscenza che è alla base della condizione di benessere".

Egli ne indica inoltre il grande valore ai fini della prevenzione: con il massaggio al piede è possibile ottenere la scomparsa dei blocchi e dei nodi energetici prima che si trasformino in malattie.

I piedi sono le nostre radici la nostra base di sostegno. Il nostro corpo si poggia su di essi, ed essi ci uniscono alla terra e alla sua energia.